Loading Events

Il nostro linguaggio non è in grado di descrivere la presenza incomprensibile che incontriamo nella pratica spirituale profonda o al momento della morte. Scegliamo di chiamarlo Mistero, con la M masiucola. La parola Mistero indica una profondità, una liberazione, una sorta di bellezza e di verità non pienamente definibili. Eppure il Mistero non è qualcosa che non ci è dato di conoscere. Il Mistero viene scoperto incessantemente. Forse non si tratta di accogliere il Mistero attraverso l’azione, ma piuttosto attraverso l’apertura, un senso di timore reverenziale e di meraviglia. Comporta l’essere disponibili a “Non Sapere”. Non si tratta di una posizione che denota ignoranza, ma una qualità di attenzione. E’ la capacità di essere testimoni di ciò che non può essere risolto, ma può essere vissuto profondamente.

Questo programma online è un’opportunità di esplorare la nostra relazione con il Mistero, e di scoprire ciò che incoraggia o al contrario limita il nostro incontro con l’ignoto. Il programma includerà una meditazione guidata, opportunità di interazione con gli insegnanti e gli altri partecipanti.

Per iscriverti gratuitamente, compila il relativo MODULO (clicca qui)

Questo come altri programmi dell’Upaya Zen Center viene offerto grazie alle donazioni, non obbligatorie ma gradite, dei partecipanti che sono in grado di sostenere le attività e gli insegnanti del centro. Per effettuare la tua donazione, clicca QUI.

La traduzione simultanea in italiano e la successiva registrazione sono offerte da Claudia/The Mindful Cloud – vi sarò grata di divulgare l’evento e i link al mio sito.

 

Frank Ostaseski è un insegnante buddista che gode di fama internazionale e il visionario cofondatore del Zen Hospice Project, nonché il fondatore del Metta Institute. Ha insegnato alla Harvard Medical School, alla Mayo Clinic, presso aziende leader quali Google e Apple, e in importanti centri spirituali in tutto il mondo. Ha accompagnato oltre mille persone lungo il processo della morte e ha formato migliaia di operatori del settore sanitario e assistenti familiari. E’ l’autore di Cinque inviti – Come la morte può insegnarci a vivere pienamente.

 

 

 

Rachel Naomi Remen, M.D., è Professore di Medicina familiare presso la Wright State Boonshoft School of Medicine e Professore Clinico di Medicina familiare e di comunità presso la UCSF School of Medicine. Ha fondato il Remen Institute for the Study of Health and Illness (RISHI) ed è stata tra i pionieri della medicina olistica e integrativa, nonché uno dei fondatori del Cancer Help Program presso Commonweal. In qualità di formatrice in ambito medico, teapeuta e insegnante, ha consentito a molte migliaia di medici di trovare significato e motivazione nella loro pratica medica, e a migliaia di pazienti di ricordare la loro possibilità di autoguarirsi. Grande osservatrice della vita e narratrice di racconti, ha scritto bestseller che hanno venduto oltre 2 milioni di copie e sono stati tradotti in 21 lingue. Dr. Remen è affetta dal morbo di Crohn da oltre 65 anni e il suo lavoro è coniuga in maniera unica la saggezza, la forza e la prospettiva sia del medico che del paziente.

Share This Story, Choose Your Platform!